Come Costruire un Condominio di 32 piani con Moduli Prefabbricati

NYC, gli appartamenti sono destinati a fasce a basso reddito, ma l’altezza dell’edificio potrebbe rivelarsi un problema

 

La maggior parte delle persone, quando sente il termine "costruzione modulare", immagina una serie di container posti uno sopra l'altro, niente a che vedere con il design o l'estetica. Ma l'Architetto Christopher Sharples, della società Forest City Ratner di New York, ha intenzione di sfatare questo mito attraverso la costruzione di un condominio residenziale di 32 piani nel cuore di Brooklyn e composto da 930 moduli pre-costruiti. Sarà la più alta struttura modulare al mondo, e molto probabilmente anche la meno uniforme, tenendo conto che vanta quattro facciate diverse l'una dall'altra. La difficoltà principale del progetto deriva proprio dalla sua altezza. Se si trattasse di un edificio modulare basso, le cose sarebbero più semplici. Ma In questo caso, l'edificio dovrà essere in grado di resistere a forti venti e a possibili terremoti.

 

Il progetto non è ancora stato avallato. Questo mese, Forest City costruirà un prototipo di modulo per poi decidere, entro Natale, sull'opportunità di costruire un intero condominio modulare oppure se limitarsi ad una costruzione convenzionale. La scelta dipenderà in gran parte dal raggiungimento di un accordo con i sindacati che prevede tagli salariali significativi per aiutare lo sviluppatore a raggiungere il suo obiettivo primario: ridurre i costi di costruzione fino al 25%. Tale risparmio di denaro è particolarmente importante perché la metà dei circa 4.500 appartamenti previsti andranno in affitto a prezzi accessibili per cittadini a basso reddito. La società spera di creare un modello di edificio popolare che possa essere replicato in futuro da altre società di costruzioni.

 

Se il progetto si farà, il 60% della costruzione verrà realizzato al chiuso di una fabbrica dove falegnami, idraulici ed elettricisti lavoreranno alla produzione dei moduli. Nel frattempo un'equipe realizzerà il telaio in acciaio dell'edificio direttamente in loco. Questa doppia fase parallela di costruzione potrebbe ridurre le tempistiche del processo anche di sei mesi, permettendo un notevole risparmio economico. La fase progettuale sarà molto importante visto che in una costruzione modulare ogni dettaglio deve essere documentato fin dal principio per garantire che i moduli combacino perfettamente durante la fase di costruzione. Ogni componente dovrà essere allineato in modo che l'impianto idraulico, di riscaldamento e le linee elettriche possano essere facilmente collegati tra loro quando i moduli saranno in posizione.

 

 

 

Fonte CasaeClima.com