Detrazioni 36% e 50%, ecco come compilare il modello 730

In vista della presentazione del modello 730/2013 per i redditi relativi al 2012, ecco come compilare correttamente il documento nella sezione dedicata alle detrazioni per le ristrutturazioni edilizie (36% e 50%).

 

Ricordiamo che il modello 730 va presentato entro il 30 aprile 2013 al proprio sostituto d'imposta se fornisce l ‘assistenza fiscale, oppure fino al 31 maggio se la consegna avviene ad un professionista abilitato o ad un Caf.

 

 

Il Bonus per la ristrutturazione edilizia

La detrazione per le spese di ristrutturazione è pari al 36% con un limite di spesa di 48mila euro per ogni unità immobiliare e per i pagamenti effettuati fino al 25 giugno 2012, ed è pari al 50% dal 26 giugno 2012 al 30 giugno 2013 con un limite di spesa pari a 96 mila euro (per ulteriore approfondimento consulta la Guida alla ristrutturazione edilizia).

 

La detrazione dall'Irpef per tali spese varia in base alla data in cui sono stati effettuati i bonifici ( secondo il principio di cassa):
- bonus del 36%, con un limite di spesa di 48mila euro per singola unità immobiliare per i pagamenti effettuati dal 1°gennaio al 25 giugno 2012;

- bonus del 50% per pagamenti effettuati dal 26 giugno 2012 al 31 dicembre 2012, con limite di spese a 96mila euro.

 

 

Come e cosa compilare nel modello 730/2013
Per comunicare di quale detrazione si è usufruito bisogna compilare la colonna 2 con il codice «2» per le spese sostenute fino al 25 giugno e «3» per quelle sostenute dal 26 giugno 2012.
Dal 2012, il bonus deve essere suddiviso, per tutti, in dieci quote annuali.

 

Si ricorda che la detrazione del 55%, prorogata fino al 30 giugno 2013 (disponibile la Guida al risparmio energetico), dal 2012 è estesa anche alle spese per la "sostituzione di scalda-acqua tradizionali con scalda-acqua a pompa di calore dedicati alla produzione di acqua calda sanitaria". Non ci sono modifiche per compilare il modello 730.

 

 

 

 

Fonte Ediltecnico.it