Energia: come domiciliare sul conto corrente le bollette di luce e gas

La domiciliazione delle bollette consente di accreditare l’importo di luce e gas e altre utenze domestiche direttamente sul conto corrente bancario.

 

Questo tipo di operazione si basa sul sistema del Rid bancario (Rapporto interbancario diretto), che consente alla sua banca di prelevare dal conto corrente di cui è titolare le somme necessarie al pagamento delle bollette. Per farne richiesta, si deve rivolgere alla banca e autorizzare i trasferimenti verso la sua compagnia di gas o elettricità.

 

A questo punto ciò di cui ha bisogno è un semplice modulo per la domiciliazione bancaria, richiedibile alla banca o al gestore o, in alternativa, scaricabile da internet. Il modulo dovrà poi essere accompagnato da una bolletta di riferimento (in genere l'ultima).

 

La presentazione della domanda è diversa a seconda che sia titolare di un conto corrente tradizionale o di un conto on line. Nel primo caso, si deve recare in banca, compilare il modulo di domiciliazione e presentare l'ultima bolletta che le è stata recapitata a casa; nel secondo, invece, potrà richiedere la domiciliazione comodamente da casa, consultando il sito della banca.

 

L'attivazione della domiciliazione è di per sé gratuita, ma faccia molta attenzione perché alcuni istituti possono prevedere il pagamento di una commissione per l'addebito delle bollette. A fronte del pagamento di una commissione (se presente), avrà però il vantaggio di evitare le code agli sportelli e di togliersi la preoccupazione delle scadenze, continuando comunque a ricevere le bollette a casa.

 

L'interruzione della domiciliazione deve essere comunicata con largo anticipo alla banca, in modo tale che la banca possa provvedere a bloccare l'addebito automatico sul suo conto corrente.

 

 

Fonte VostriSoldi.it