Energia: come richiedere la voltura dei contratti di elettricità e gas?

Ecco tutti i passaggi da fare ed i documenti da inviare per effettuare questa operazione

 

Domanda:

Salve,

ho da poco acquistato la mia prima casa, ma il contratto di luce e gas risulta ancora intestato ai precedenti inquilini che mi hanno ceduto l'appartamento. Mi potreste spiegare gentilmente cosa dove fare per effettuare il passaggio dal vecchio a un nuovo contratto a me intestato? Nell'attesa che ciò avvenga, rimarrò senza luce o dovrò pagare le bollette residue degli altri inquilini?

Attendo una Vostra risposta e nel frattempo colgo l'occasione per ringraziarvi,

Giulia S.

 

 

Risposta:

Gentile Giulia,

In gergo tecnico, il passaggio del contratto è chiamato voltura. Per farla, si deve rivolgere al suo fornitore di energia elettrica e gas (il numero del servizio clienti è facilmente reperibile online o direttamente sulle bollette che riceve a casa), che provvederà a informare il produttore. Una volta contattato il fornitore, riceverà a casa tutta la documentazione da compilare e restituire firmata. Tenga presente che, se l'inquilino precedente non ha ancora comunicato la sua volontà di recedere dal contratto, in allegato alla domanda di voltura dovrà inviare anche una dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà.

 

Per effettuare il passaggio di contratto, le saranno richiesti un'autocertificazione di residenza anagrafica (nel caso sia residente nell'abitazione da allacciare), la fotocopia del suo documento d'identità, la lettura dei contatori e le eventuali coordinate del conto corrente (bancario o postale) per la domiciliazione delle bollette. Per quanto riguarda quest'ultimo punto, tenga presente che non le sarà addebito alcun deposito cauzionale in caso di domiciliazione bancaria.

 

Di seguito i costi previsti per la voltura: se lei rientra nel regime di maggior tutela dovrà pagare un contributo fisso di 26,98 € per oneri amministrativi, un contributo fisso di 23 € e l'imposta di bollo (14,62 €) sul nuovo contratto. Se invece ha scelto il mercato libero dovrà pagare un contributo fisso di 26,98 € per oneri amministrativi più un addebito dei costi per la prestazione commerciale, come indicato nel suo contratto. Anche in questo caso potrebbe dover sostenere l'imposta di bollo di 14,62 €. Questi costi vengono in genere addebitati con la prima bolletta.

 

La voltura è un'operazione molto semplice e immediata. Se invierà tutti i documenti richiesti prima d'insediarsi nella sua nuova abitazione, eviterà la seccatura di trovarsi senza fornitura elettrica o, peggio ancora, di dover pagare le bollette dei suoi predecessori.

 

Per trovare le tariffe luce e gas più conveniente e adeguata alle sue esigenze di consumo, può, infine, affidarsi al servizio di comparazione di SuperMoney, che con pochi click è in grado di confronta le proposte di operatori come Enel energia, Edison, Sorgenia e tanti altri.

 

 

Fonte VostriSoldi.it