New York: un condominio con ingressi separati per ricchi e poveri

A New York sta per sorgere un condominio con ingressi separati per ricchi e poveri. Tante le polemiche

 

A New York, in un condominio di lusso ci saranno ingressi separati e ben distinti per gli inquilini: da un lato i ricchi che abiteranno i 219 appartamenti in vendita, a partire da un milione di dollari, con vista sul fiume Hudson; dall'altro i ‘poveri', ai quali saranno assegnati i 55 alloggi ad affitto bloccato grazie ai quali l'immobiliarista spera di ottenere sgravi fiscali per alcuni milioni di dollari. Una cosa del genere non era mai successa, nemmeno in una metropoli dove le differenze tra persone abbiento e meno abbienti sono notevoli e visibili.

 

Ad annunciare che gli inquilini ricchi avranno un ingresso separato dagli inquilini poveri è stata la Extell, la società che sta costruendo a gli immobili. La notizia che i cinque piani sul retro del complesso riservati a inquilini meno abbienti avranno ingressi, ascensori e manutenzione separate ha scatenato polemiche e paragoni con le differenze sociali nella Gran Bretagna all'inizio del ventesimo secolo. Un parlamentare locale, Linda Rosenthal, ha accusato la società immobiliare di ‘classismo'.

 

Ma non solo polemiche. C'è chi sostiene che i portoni separati per ricchi e poveri siano, infatti, una presa d'atto del gap sociale che si è allargato negli ultimi anni a New York.

 

 

Fonte Ecoseven.net