Vita in condominio: tu che vicino di casa sei?

La vita di condominio non è mai stata facile per nessuno. Sono pochi, infatti, gli italiani che si ritrovano fortunosamente a vivere in una villetta isolata che non comporti fastidiose e tediose riunioni di condominio, in cui prendere una decisione che trovi d’accordo tutto è praticamente un’odissea.

 

Il timore del vicino insomma è qualcosa che accomuna tanti italiani. Casa.it, portale leader nel settore immobiliare, ha voluto approfondire la questione chiedendo ai suoi utenti quali siano i vicini che non si vorrebbe e non si dovrebbe mai avere.


In cima alla lista dei vicini da tenere alla larga c'è il cosiddetto "cafone", ovvero l'inquilino insopportabile e maleducato che intende tutto il condominio come casa sua. Stando infatti ai dati stimati da Casa.it questo personaggio, definito come il "vero rompiscatole", è uno dei condomini che si incontra più frequentemente tanto da aggiudicarsi un ragguardevole 71% di voti.


A seguire troviamo, con il 60% dei voti, il vicino che, scuotendo la tovaglia, le lenzuola, potando le piante o semplicemente spazzando, sporca il balcone dei condomini sottostanti. La terza posizione è invece occupata dal proprietario del cane che abbaia senza sosta (49,7% dei voti), mentre in quarta posizione (48% dei voti) troviamo l'amante del fai da te che fa uso del trapano come se non ci fossero distinzioni d'orario.


A metà classifica e in particolare al quinto posto con il 43% dei voti, troviamo invece la classica suocera invadente e intenta a controllare tutto nei minimi dettagli. A seguire ci sono invece tutti quei vicini che in genere fanno troppo rumore o che in qualche modo disturbano la quiete degli altri condomini. Nell'ordine troviamo: la famiglia che litiga costantemente (38%), i festaioli che organizzano party non solo nel weekend ma anche durante la settimana (37%), il vicino impiccione che passa tutta la giornata davanti alla finestra per sorvegliare tutto e tutti (33%), i bambini pestiferi che fanno rumore tutto il giorno (31%) e l'anziano brontolone che ascolta la tv a tutto volume (30%).


Casa.it ha voluto approfondire ulteriormente la questione chiedendo ai suoi utenti quali siano le contromisure che in genere adottano con questi irrispettosi vicini. Solamente il 27% dei malcapitati decide di prendere di petto la situazione e parlare direttamente con il vicino, oltre un italiano su due preferisce il quieto vivere: il 16% si definisce zen e non si cura troppo dei disturbi arrecati dai vicini, il 35% sopporta pazientemente fino a quando la situazione non diventa insostenibile. Soltanto il 20% decide di contattare direttamente l'amministratore perché prenda provvedimenti mentre esiste anche un 2% di "cattivi" che passa all'azione vendicandosi in maniera anonima.


Il portale immobiliare numero uno in Italia ha poi ribaltato il punto di vista, chiedendo ai suoi utenti quali sarebbero i loro vicini ideali. Ecco il risultato: il dirimpettaio più desiderato è quello sempre disponibile a darci una mano (60% dei voti), subito seguito da un vicino coetaneo con cui stringere amicizia (56%). Molto più staccati il vicino che sa riparare ogni cosa, il single che per lavoro non è mai a casa e quindi non può disturbare (entrambi con il 26% delle preferenze) e i professionisti che potrebbero "soccorrerci": il poliziotto (17%) e il medico (15%). Raccoglie solamente il 15% delle preferenze anche la coppia senza figli. Il meno preferito dei vicini risulta invece il Vip (6%), risultato dettato forse dal fastidio che verrebbe in seguito alla sua notorietà e alla conseguente presenza di paparazzi e giornalisti.

 

 

 

Fonte Soldi.Nanopress.it