36% anche per l'acquisto di Box auto pertinenziali

La detrazione d’mposta del 36% per l’acquisto di box pertinenziali si applica nel caso in cui il pagamento avvenga con bonifico bancario o postale disposto lo stesso giorno della stipula dell’atto di acquisto, ma in un orario antecedente alla stipula stessa, questo è quanto stabilito dalla Risoluzione n. 7/E del 13 gennaio scorso dall’Agenzia delle Entrate

 

Il chiarimento viene a seguito di numerose richieste in relazione alla detraibilità del 36 per cento (prevista dall'art. 1 della legge n. 449 del 1997 per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio effettuati sulle unità immobiliari residenziali e relative pertinenze) per l'acquisto di box pertinenziali.

 

 

Con la risoluzione n. 38/E del 2008 e con la circolare n. 55/E del 2002 l'Agenzia delle Entrate, aveva precisato che, qualora l'atto definitivo di acquisto di box pertinenziali sia stipulato successivamente al versamento di eventuali acconti, la detrazione d'imposta compete in relazione ai pagamenti in acconto effettuati con bonifico, fino a concorrenza del costo di costruzione del box, a condizione che vi sia un compromesso di vendita regolarmente registrato dal quale risulti la sussistenza del vincolo pertinenziale tra l'edificio abitativo ed il box.

 

 

Nell'ipotesi, invece, di pagamenti effettuati con bonifico prima dell'atto notarile, ma in assenza di un preliminare d'acquisto registrato, i contribuenti non risultano proprietari o promissari acquirenti del box e pertanto non è applicabile l'agevolazione non essendo riscontrabile l'effettiva sussistenza, al momento del pagamento, del vincolo pertinenziale richiesto dalla norma.