A proposito della Riforma sui Condomini

Dove siamo arrivati?

 

Il 5 di aprile son stati ascoltati Giovanni Di Rosa, professore ordinario di diritto privato presso l'Università di Catania, Michele Costantino, professore ordinario di diritto privato all'Università di Bari e Raffaele Corona, Presidente della II sezione civile della Corte di cassazione. Il 19 si è, poi, tenuto un colloquio con Raffaele Caterina, professore ordinario di diritto privato presso l´Università di Torino.
In concomitanza son stati convocati i rappresentanti di Confedilizia, di Confabitare, dell'Associazione nazionale amministratori condominiali e immobiliari (ANACI) e di Federcasa. Nuovi incontri si sono poi svolti con Michele Costantino e Raffaele Corona, per chiarire, la questione che più contrappone i disegni di legge presentati e che già aveva trovato spazio durante la polemica in aula al Senato: precisare o meno nella legge che il condominio ha competenza giuridica e patrimoniale autonoma rispetto a quella dei condomini?
Nel frattempo siamo giunti ad Ottobre 2011 ed il disegno di legge di riforma passato dal Senato alla Camera, si trova ancora alla commissione di giustizia che ne aveva iniziato l'esame.
L'autunno porterà nel calendario della commissione l'argomento. Saranno convocate le restanti associazioni di proprietari, amministratori di condomini e inquilini.
Siamo ormai agli sgoccioli. La necessità politica di valutare prima in commissione e nell'aula questioni di più ampio spessore politico(riforma forense, legge elettorale, intercettazioni) e la seconda lettura che dovrà essere eseguita al Senato sembra prospettare sempre minori possibilità  sull'approvazione in legge dei disegni di riforma.