Incidenza Portineria, Ascensore e Riscaldamento Centralizzato sulle Spese Condominiali

Analisi sulla base di un'indagine condotta da Casa.it

 

Molti di voi si saranno sicuramente chiesti, nel corso della propria vita, quali potrebbero essere i costi più incisivi sul totale della spesa condominiale che, naturalmente, rappresenterebbe una discriminante tutt'altro che secondaria nella scelta della propria futura abitazione.

 

Ebbene, stando ai risultati di un'indagine recentemente condotta dall'osservatorio nazionale casa.it, da sempre attivo nella compravendita delle più svariate tipologie di immobili sparsi lungo tutta la penisola, possibile acquirente e futuro locatario dovrebbero innanzitutto prestare moltissima attenzione al costo della portineria, della manutenzione ordinaria e straordinaria dell'ascensore e del riscaldamento centralizzato.

 

A titolo d'esempio basterebbe ricordare agli interessati come il riscaldamento centralizzato, in assoluto una della più rilevanti spese condominiali, potrebbe arrivare a costare, in alcuni particolari casi ben rappresentati dalle più importati città italiane quali Milano, Roma e Napoli, addirittura l'80% in più del riscaldamento autonomo.

 

D'altro canto, come rilevato da casa.it, né la manutenzione ordinaria/straordinaria dell'ascensore né la portineria sarebbero da meno, arrivando ad incidere, complessivamente, per il 45% dell'intera spesa condominiale di città periferiche quali Padova, Bologna o Torino.

 

Molto interessante il confronto tra Nord e Sud.

Se, infatti e per forza di cose, nel Mezzogiorno il costo del riscaldamento centralizzato ammonterebbe, a seconda dei casi, ad una cifra, decisamente irrisoria, compresa tra i 70 ed i 110 a bimestre, al Settentrione questa cifra crescerebbe sino a toccare la quota record di 200 euro a bimestre.

 

 

Fonte ImpresaLavoro.eu