Mini-Imu e Tasi: la carica delle tasse sulla casa

A breve in scadenza la rata dell'aliquota più alta rispetto allo standard nazionale. Intanto

 

Tocca subito alla Mini-Imu, poi sarà la volta della Tasi. Ieri il governo ha fatto capire che non c'è alcuna possibilità di slittamento per il dovuto nei comuni la cui aliquota era stata calcolata al rialzo rispetto all'Imu cancellata dall'esecutivo. Spiega il Messaggero:


A tal proposito, l'ufficio studi della Cgia ha elaborato anche una seconda ipotesi utilizzando l'aliquota del 2,07 per mille. Perché è stata scelta questa misura? La CGIA ricorda che secondo l'emendamento che il Governo presenterà nelle prossime settimane, l'aliquota massima IMU più TASI sulle abitazioni diverse da quella principale e sugli immobili strumentali potrà arrivare all'11,4 per mille. In virtù del fatto che l'aliquota Imu media applicata a livello nazionale nel 2012 (non è ancora disponibile il dato 2013) sugli immobili destinati ad uso produttivo è stata del 9,33 per mille, si deduce che l'aliquota TASI del 2,07 per mille costituisce, nel nostro secondo caso, il livello massimo applicabile sugli immobili strumentali. Infatti, corrisponde alla differenza tra 11,4 per mille e il 9,33 mille. "In questa seconda ipotesi - prosegue Bortolussi - l'aumento potrebbe superare addirittura i 2 miliardi di euro. E' chiaro che ci troviamo di fronte ad una ipotesi estrema che difficilmente si verificherà".


Luca Cifoni parla delle incognite sul pagamento:
I veri dubbi però arrivano al momento del versamento vero e proprio. Si può optare per il modello F24 bancario o per il bollettino postale, mentre non è vero che i Comuni debbano inviare un bollettino precompilato: l'obbligo previsto nel comma 680 della legge di stabilità riguarda la maggiorazione Tares da versare entro la stessa data. In ogni caso ci sono alcune caselle da compilare: l'anno da indicare è il 2013, il codice tributo "3912" ossia quello dell'Imu abitazione principale. Il buon senso suggerirebbe di barrare "saldo" anche se non c'è stato acconto; è anche vero però che le istruzioni del modello F24 prevedono di barrare entrambe le caselle in caso di pagamento in un'unica soluzione.

 

 

 

Fonte Giornalettismo.com