Amministrazione della cosa comune e inerzia dell’assemblea

Tribunale Napoli, sez. X, 10 febbraio 2000, n. 1927

 

Il ricorso all'Autorità giudiziaria in sede di volontaria giurisdizione, previsto dall'art. 1105, quarto comma, Codice civile, presuppone l'inerzia dell'assemblea nell'adottare quei provvedimenti necessari per l'amministrazione della cosa comune, o provvedimenti dell'amministratore che non esegua le decisioni prese dall'organo deliberante l'atto.

 

 

Ne consegue che, ove tale presupposto venga meno, ancorché l'A.G. sia già intervenuta, per esercitare i poteri di supplenza conferitale dalla norma in esame, è consentito ai condomini di provvedere all'amministrazione della cosa comune attraverso i propri organi.