Strada ad uso pubblico: controversie sulla pulizia.

Art. 3 del d.l.lgt. 473

 

Se una strada di proprietà privata è aperta all'uso pubblico la polizia urbana è obbligata ad intervenire per fare rispettare le norme del codice della strada ( che si applicano a tutte le aree destinate all'uso pubblico).


Per quanto riguarda le spese, il sindaco dispone l'esecuzione dei lavori occorrenti a spese degli interessati.


La legislazione in materia è piuttosto datata e bisogna contemperare la disciplina in materia di lavori pubblici ( Dlgs. 163/2006) con le numerose circolari.


Rimane ancora in vigore l'art. 3 del d.l.lgt. 473 che prevede il concorso del Comune, in misura variabile, nelle spese di manutenzione, sistemazione e ricostruzione delle strade vicinali soggette al pubblico transito.


In molti esempi la pulizia è svolta dal Comune, fermo restando l'adempimento dei relativi oneri tributari da parte dei proprietari della strada, ma la questione rimane purtroppo controversa.


di Giuseppe Spoto Fonte Il Messaggero