Delibera e locazione per uso di attività professionale di un appartamento.

In precedenza concesso ad altri conduttori per uso di abitazione. Tribunale Salerno sez. I, 14 gennaio 2011

 

La locazione per uso di attività professionale dell’appartamento condominiale, che si assume in precedenza concesso ad altri conduttori per uso di abitazione, non realizza quindi affatto un mutamento di destinazione nei termini precisati del bene, ma soltanto una diversa utilizzazione che l’assemblea dei condomini poteva deliberare con la maggioranza semplice dell’art. 1136 – comma 2 c.c., ratificando, in mancanza, l’operato dell’amministratore.
 
È infatti noto come, in tema di condominio di edifici, costituisce innovazione ex art. 1120 c.c. non qualsiasi modificazione della cosa comune ma solamente quella che alteri l’entità materiale del bene operandone la trasformazione, ovvero determini la trasformazione della sua destinazione, nel senso che detto bene presenti, a seguito delle opere eseguite, una diversa consistenza materiale ovvero sia utilizzato per fini diversi da quelli precedenti l’esecuzione delle opere.