Impugnazione, delibera e approvazione di nuove tabelle millesimali.

Cassazione, sez. II Civile, sentenza n. 11757 dell'11/07/2012

 

L'impugnazione della delibera che modifica la tabella va infatti proposta contro l'amministratore del condominio, perché questi è sempre legittimato a resistere contro l'impugnazione delle deliberazioni assunte dall'assemblea.

 

Alla stregua di questo principio, la decisione della Corte d'appello non si sottrae alle censure della ricorrente. Quando oggetto dell'impugnazione non è la tabella millesimale, ma la delibera di approvazione della nuova tabella, la necessità di integrare il contraddittorio nei confronti di tutti i partecipanti non sussiste: legittimato passivo nell'azione di impugnazione della delibera è l'amministratore del condominio.

 

Fonte CondominioWeb.com