La tettoia in metallo se non rispetta le distanze legali va rimossa

Cassazione, sez. VI Civile – 2, ordinanza del 2 ottobre 2012, n. 16776

 

Costituisce costruzione anche un manufatto privo di pareti ma realizzante una determinata volumetria, e pertanto la misura delle distanze legali per verificare se il relativo obbligo è stato rispettato deve esser effettuata assumendo come punto di riferimento la linea esterna della parete ideale posta a chiusura dello spazio esistente tra le strutture portanti più avanzate del manufatto stesso.

 

(Nella specie il ricorrente ha ottenuto la condanna alla rimozione di una struttura metallica con tettoia realizzata in violazione delle distanze legali, oltre al risarcimento del danno provocato sul muro di confine dall'ancoraggio della predetta struttura).

 

 

 

Fonte CondominioWeb.com