Mi hanno portato via i termosifoni: il proprietario s'arrangi.

Cass, sez. III c.v, sent. 29 settembre 2011, n. 19876

 

Secondo la Corte di Cassazione, non spetta nessun risarcimento se all'atto della riconsegna dell'immobile il locatore-proprietario sottoscrive una transazione in cui dichiara di non aver nulla a pretendere. Cass, sez. III c.v, sent. 29 settembre 2011, n. 19876.

La detta rinuncia è precisa e circostanziata e comprende qualunque titolo o spesa passati o futuri relativi al rapporto locatizio oggetto della transazione; il che significa in termini più espliciti che il proprietario con particolare riferimento a titoli futuri ha inteso rinunciare ora per allora ad eventuali future controversie suscettibili di sfociare in un contenzioso relativo al contratto de quo.


Nella specie sono stati asportati caldaia, termosifoni, porte, scuretti ed altro subendo danni per un importo di euro 49.000. Il proprietario ha dovuto pagare anche le spese processuali.

 

Fonte Condominiando.it