Domani notte si saluta l'ora solare e si torna all'ora legale

Tra sabato 24 e domenica 25 marzo le lancette andranno portate un'ora avanti.

 

Giornate più lunghe e quella sensazione di primavera inoltrata. La notte tra sabato e domenica prossima torna l'ora legale. Alle 2 di domenica 25 marzo le lancette andranno portate avanti di un'ora: fino alle 3. Si dormirà quindi un'ora in meno. Ma si risparmierà anche tanta energia.
Ricordate quindi di regolare le sveglie. Non le apparecchiature elettroniche come i computer che si aggiornano autonomamente.
L'ora legale resterà in vigore per 217 giorni. Fino alla notte fra sabato 27 ottobre e domenica 28 ottobre 2012. Poi di nuovo l'ora solare.


In tutta Europa
In tutti i paesi dell'Ue l'ora legale inizia l'ultima domenica di marzo e termina l'ultima domenica di ottobre. Lo stesso fa la Svizzera.
In altri paesi come la Russia, invece, l'ora solare è di fatto sospesa, e si adotta l'ora legale per tutto l'anno.
Al contrario, in molti paesi della fascia tropicale l'ora legale non vieme mai adottata, in quanto la variazione delle ore di luce durante l'arco dell'anno è minima.


La prima volta nel 1916
Il primo a inventare l'ora legale è stato Benjamin Franklin. Ma solo molti anni dopo fu adottata per la prima volta: in piena prima guerra mondiale, per risparmiare energia. Fu nel 1916 che la Camera dei Comuni di Londra diede il via libera al British Summer Time.
Poi molti paesi hanno fatto altrettanto


Un picco jet-lag
In generale, nei giorni immediatamente successivi al "cambio dell'ora" alcune persone lamentano disturbi dovuti all'alterazione del ciclo sonno-veglia. Si tratta dello stesso fenomeno che si riscontra nelle persone che viaggiano in aereo tra paesi separati da diversi fusi orari, il cosiddetto jet lag). In questo caso però l'effetto è minore perché il cambiamento di orario è di una sola ora e molte persone non avvertono alcun disturbo.

 

Fonte IlSalvagente.it