Riqualificazione energetica edifici: 55% prorogata al 2013

La detrazione del 55% sui lavori per la riqualificazione energetica degli edifici sarà in vigore fino al 31 dicembre 2013.

 

Detrazioni fiscali al 55% fino al 2013 per gli interventi di riqualificazione energetica degli immobili, che dal 2014 passeranno però direttamente al 36%. Svanisce così la tanto attesa stabilizzazione del 55%. Nell'ambito degli interventi di riqualificazione energetica, nella prima versione del decreto s'intravedeva una stabilizzazione delle detrazioni del 55%, in risposta alle richieste delle associazioni del settore, ora la modifica della norma proroga il bonus di un altro anno.

 

Ricordiamo che è la Manovra Salva Italia che regola le agevolazioni fiscali sulle spese sostenute per i lavori di miglioramento energetico degli edifici. In base a quanto stabilito dalla Manovra, la detrazione del 55% scadrà il 31 dicembre 2012, mentre dal 2013 sarà abbassata al 36%, come per i bonus sulle ristrutturazioni.

 

Di conseguenza, se venissero confermati i contenuti del decreto di urgenza, l'abbassamento della detrazione slitterebbe al primo gennaio 2014.


Secondo esperti di settore, sia nel caso che dall'anno prossimo il 55% venga abbassato al 36%, sia nel caso che il bonus per le ristrutturazioni salga dal 36 al 50%, le detrazioni del 55% verranno comunque insabbiate o accantonate e lo Stato non avrà più nessun riscontro sui risultati né in termini di tipologia e di numero di interventi effettuati, né in termini di risparmio energetico ottenuto o di limitazione di emissione di gas climalteranti. Di conseguenza i privati avranno maggiore convenienza ad effettuare ristrutturazioni edilizie che offriranno detrazioni quasi uguali e senza alcuni paletti, quali sottostare ad adempimenti o ricorrere alla consulenza di un tecnico. Uno scenario basato su ipotesi, ma quale futuro per le rinnovabili?


 

Fonte Attico.it