UNI 10801, Una Certificazione Per Gli Amministratori Di Condominio

La norma UNI 10801:1998 dal titolo “Amministrazione condominiale e immobiliare, funzioni e requisiti dell’amministratore”, espone in modo chiaro i termini e le definizioni proprie del servizio di amministrazione di immobili e condomini ed individua e specifica i requisiti minimi che devono presentare gli amministratori di condominio ed immobili al fine di ottenere la certificazione di qualità.

 

L'adesione alla norma è ovviamente a carattere volontario e, attraverso un controllo effettuato da organismi super parters, fornisce alla collettività dei parametri di garanzia sui servizi erogati e sulla trasparenza ed efficacia della gestione tecnico - amministrativa dei beni e dei servizi di carattere immobiliare.

L'UNITER, Ente Nazionale di normazione e certificazione di sistemi qualità aziendali nel commercio, nel turismo e nei servizi, è l'organo competente per la definizione dei requisiti minimi che deve possedere e rispettare il professionista intenzionato a certificare il proprio lavoro. Fornendo prova di moderazione, competenza e fiducia, sulla base della legislazione vigente, l'amministratore di condominio dovrà quindi dedicarsi all'esecuzione del proprio mandato con l'intento precipuo di preservare il bene amministrato e gli interessi ad esso connessi, trattando le parti in causa con equilibrio ed equità e facendo in modo da cautelare sempre la posizione propria e dei condomini.

Di particolare rilevanza si segnala l'Allegato A "Fascicolo Immobiliare" il quale, custodito dall'amministratore, nell'interesse comune raccoglie tutte le informazioni necessarie alla conoscenza e all'efficace conduzione dell'immobile e delle loro parti comuni. Oltre a ciò si individua tra gli elementi di interesse anche una speciale sezione interamente dedicata alla gestione dei reclami ricevuti da parte dei condomini.

di Francesco Bennardis
Quality Italia Network