1. Il riconoscimento servitù di passaggio è affare dei singoli condomini

    In tema di condominio negli edifici e di azioni concernenti il riconoscimento dell'esistenza di una servitù di passaggio (così detta actio confessoria servitutis), l'amministratore è sprovvisto di qualunque potere processuale ed extra-processuale.

    Ultimo aggiornamento 23/06/2014 15:03